Energie e Geobiologia

Energie e Geobiologia

Avete mai visto un gatto prediligere determinati posti dove un cane non si metterebbe mai? Vi viete mai chiesti perché le formiche percorrono sempre una certa strada e non un’altra? Perché in una pineta si può riscontrare un filare malato, senza che tutto il resto lo sia? Perché i fulmini cadono sempre nello stesso posto? O perché gli allevatori di una volta non facevano stazionare in una certa posta le mucche perché lì si ammalavano?
Da centinaia di anni i rabdomanti sanno che la terra è immersa in un “reticolo globale di onde” e che i “punti geobioenergetici” sono distribuiti sulla superficie terrestre, seguendo linee parallele su assi che vanno da nord a sud e da est a ovest.
La geobiologia però è nata del 1935 dalle ricerche mediche condotte dal Dr. Ernst Hartmann, dell’università di Heidelberg, il quale aveva osservato che lo stesso paziente, sottoposto alla stessa terapia, reagiva in modo differente se stazionava su un letto piuttosto che su un altro.
Il Dr. Hartmann da allora si occupa delle influenze, positive o negative, sulla salute dell’uomo di certi fenomeni tellurici dato che ogni sistema vivente sulla Terra è sottoposto ad influenze cosmiche e telluriche, e di conseguenza, l’organismo subisce le variazioni di frequenza e d’intensità del campo elettromagnetico del pianeta, dovute alla rotazione del globo terrestre su sé stesso e alla sua rivoluzione intorno al sole.
Gli studi hanno confermato le teorie, soprattutto per i seguenti due aspetti:
  1. Esiste un rapporto molto stretto fra determinati luoghi e l’insorgenza di certe malattie (ciò è anche confermato da diversi studi epidemiologici);
  2. Vivendo per lunghi periodi in particolari zone geopatiche, il corpo umano reagisce per adeguarsi alle variazioni, ma così facendo può facilmente sviluppare malattie.
Il nostro corpo, infatti, è una insieme di cellule che da sempre è abituato ad uno scambio continuo con le energie dell’ambiante i cui vive.
In base al Sistema di FrÖhlich, il nostro corpo è un potente accumulatore di energia ed un potente distributore di energia.
Prende e distribuisce. Distribuisce e prende.
Così come entra  l’Energia deve uscire grazie al funzionamento del suo campo magnetico:
  • Con segno negativo all’interno della cellula, che ha la funzione di ACCUMULARE energia
  • Con segno positivo all’esterno con il compito di CEDERE energia.
Se questo non avviene correttamente, si crea un BLOCCO ENERGETICO e di conseguenza si sviluppa la malattia.
La funzione cellulare di deteriore e le membrane cellulari si induriscono. Né gli elementi nutritivi riescono ad entrare, né le tossine ad uscire.
Se siamo sottoposti a continue irradiazioni di natura Geopatica od Elettromagnetica esse silenziosamente interagiscono negativamente con i nostri sistemi e non dobbiamo continuamente difenderci.
Sarebbe molto utile rivolgersi ad aziende serie che effettuano dei rilevamenti gratuiti nelle abitazioni per verificare con assoluta esattezza e professionalità, la dislocazione sia dei NODI di HARTMANN che di Falde Acquifere (anch’esse molto dannose per la salute), sia di inquinamenti elettromagnetici,  soprattutto nella zona notte, dove trascorriamo fermi nella stessa posizione e con il sistema immunitario molto vulnerabile, almeno 6/8 ore per notte.
Siamo a vostra disposizione da Animo Basico Vegan Bar & Shop, per qualsiasi altra informazione in nostro possesso. Fateci tutte le domande che volete o via mail ad info@animobasico.com  o sul sito www.animobasico.com oppure venite a trovarci in negozio a Ladispoli in Via Settevene Palo, 54.
Ornella Pieri

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata


5 + 7 =